Roma regina della campagna acquisti di fine agosto: presi Pjanic e Gago

Stampa
( 6 Votes )
Scritto da Koke Pjanic   

PjanicLo sciopero indetto dall'Associazione Italiana Calciatori è stata una manna scesa dal cielo per la Roma.

Lo stop dovuto alle rivendicazioni sindacali è servito a tutte le squadre di serie A per completare una campagna acquisti molto deludente che ha portato nelle rose delle formazioni giocatori non certo di grido. Per contro, l'esodo dei pochi campioni rimasti a dar lustro al nostro campionato, (vedi Eto'o e Sanchez) causeranno un impoverimento tecnico importante. L'Inter di Gasperini, arrivato a Milano dopo i rifiuti di allenatori molto più quotati di lui, non è stata in grado di convincere Tevez a sposare il progetto neroazzurro. Ma in questa deludente estate di calciomercato, l'unica società capace di destare le attenzioni di tutti è stata proprio la Roma.

Sabatini è riuscito prendere in extremis quel centrocampista tanto cercato e desiderato per completare un organico composto in gran parte da nuovi elementi. Nelle ultime ore è stato annunciato l'acquisto di Miralem Pjanic, centrocampista bosniaco del Lione. La Roma verserà nelle casse del club francese 10 milioni di euro mentre il giocatore ha già firmato un contratto di 1,8 milioni di euro all'anno più bonus. E' stato il classico coniglio uscito fuori dal cilindro. Un acquisto di rilievo che cambia completamente le prospettive. La squadra allenata da Luis Enrique potrà presentarsi alla prima di campionato con un'abbondanza incredibile. E infatti la campagna acquisti della Roma potrebbe non finire qui. La società è ancora in ballo per Gago, ai ferri corti col Real Madrid e desideroso di cambiare aria. Inoltre la mancata partenza di Borriello potrebbe creare un serio problema di affollamento del reparto avanzato. Senza contare la presenza di Okaka, la Roma è l'unica formazione in grado di iniziare il campionato di calcio con cinque attaccanti a disposizione. Questa abbondanza rischia di diventare un grosso problema da risolvere. Le scelte non saranno facili, specialmente per un allenatore non certo in grado di gestire al meglio tanti campioni desiderosi di occupare ruoli da titolari.

Ma la Roma rischia anche di presentarsi allo start senza un terzino destro e un esterno di ruolo. I nomi scelti sono stati importanti, eppure la sensazione è che la squadra non è ancora del tutto completa. Sarà anche difficile immettere nel macchinoso sistema tattico concepito da Luis Enrique giocatori presi nell'ultima giornata di calciomercato. La comprensione e l'assimilazione degli schemi tecnici porterà via tempo e forse anche risultati utili. Comunque sia, Sabatini sembra non volersi fermare qui: la Roma scatenata in questo ultimo scampolo di campagna acquisti, potrebbe ancora riservare ai propri tifosi qualche altra sorpresa. E' forte l'interesse per Koke dell'Atletico Madrid e di Fabio Borini in forze al Parma.

La società romanista ha il problema di togliersi dal groppone anche una schiera di giocatori che non rientrano nel progetto societario. Entro le ore 19:00 di questa sera bisognerà piazzare Borriello, Rosi, Brighi, Okaka, Pizarro e Simplicio. Operazioni last minute quasi impossibili tenendo conto delle scarse disponibilità di tempo e soldi delle squadre iscritte al campionato di calcio nostrano. La sensazione è che qualche elemento resterà nella capitale a causa di forza maggiore. Nonostante questo, la tifoseria tira un sospiro di sollievo e si appresta ad iniziare questa nuova stagione con rinnovata speranza.