Rinnovo del contratto di De Rossi: prolungamento della telenovela

Stampa
( 1 Vote )
Calcio - Stagione 2011 - 2012
Sabato 03 Settembre 2011 23:54

de-rossi-telenovelaE' una storia che sta andando avanti ormai da mesi quella della firma del contratto di Daniele De Rossi, una telenovela ormai giunta alle ultime puntate dove non si sa quale sarà la fine del protagonista. E in ogni storia che si rispetti il protagonista della serie ha due possibilità: terminare in gloria o perire.

Forse gli attori di questa vicenda volevano regalare al pubblico romanista un finale non proprio scontato, tanto per dare più suspense al copione. Sia quel che sia, gli spettatori vogliono porre la parola fine ai titoli di coda del telefilm estivo. Sabatini, colui il quale è candidato all'Oscar come attore non protagonista, deve cercare di trovare il colpo di scena finale. Ma non sembra per niente facile giungere ad un accordo dopo le dichiarazioni degli ultimi giorni. Anche capitan futuro, come il suo d.s. nella conferenza stampa di ieri, ha voluto calare la maschera. “Loro vogliono risparmiare io guadagnare di più”. Evviva la sincerità! Ma quanti soldi in più vuole il centrocampista della nazionale? E pensare che i tifosi aspettano da due anni di rivedere quel campione che fu. Se è vero che De Rossi vuole rimanere a Roma allora deve essere pronto ad abbassare le sue pretese perché la nuova proprietà ha deciso di sfoltire il monte ingaggi. Nonostante la società sia disposta a fare uno strappo per lui, per il giocatore non è sufficiente un rinnovo da 5 milioni di euro all'anno che ogni comune mortale firmerebbe col sangue. Inoltre tutta questa schiettezza che si riscontra in ogni dichiarazione del giocatore, fa pensare a una falsa modestia. Tutti hanno messo Daniele al centro di un progetto importantissimo, anche se il De Rossi di oggi dà meno garanzie rispetto a quello del passato. E anche se certe società inglesi sarebbero pronte a ricoprirlo d'oro, lui sa benissimo che in certi club di alto livello finisci in panchina dopo due partite sbagliate. Allora chiediamo a Daniele De Rossi di prendere una decisione adesso e di porre fine a questa situazione. Se la cifra proposta dalla Roma è bassa rispetto al suo valore, se ne vada al Manchester City a misurarsi con gente del calibro di Rooney o Drogba. Viene da chiedersi se ci vuole più coraggio per andare a giocare in una formazione inglese composta da undici campioni oppure se andare a battere cassa alla Roma.