Presentazione e conferenza stampa di Fabio Borini

Stampa
( 1 Vote )
Calcio - Stagione 2011 - 2012
Giovedì 15 Settembre 2011 15:41

fabio-boriniIl giovane Fabio Borini, arrivato negli ultimi minuti dell'ultimo giorno di calciomercato quasi in punta di piedi e praticamente sconosciuto al pubblico romano, domenica scorsa si è “permesso” di segnare dopo venti secondi dall'entrata sul terreno dell'Olimpico. Luis Enrique lo ha messo in campo quasi per disperazione, vista la scarsa vena di Osvaldo e Bojan.

Il giovane attaccante, preso in prestito dal Parma dopo qualche breve esperienza in Inghilterra con Chelsea e Swansea, non si è fatto prendere dall'emozione e ha subito fatto capire ai cinquantamila spettatori presenti di che pasta è fatto. Ma la maturazione di questo ragazzo è arrivata anche attraverso le esperienze non del tutto positive che ha vissuto negli ultimi due anni all'estero. E' lo stesso Borini a dirlo in conferenza stampa. Il ragazzo ha affermato di essere contentissimo di ritrovarsi nella capitale. Il primo giorno di allenamento è stato molto emozionante nel momento in cui ha visto da vicino Francesco Totti. Fabio dice di essersi sentito un corpo estraneo davanti a tutti quei campioni ma che i compagni di squadra, specialmente i senatori, lo hanno aiutato tantissimo ad inserirsi nel gruppo. Fabio dice di sentirsi pronto ad affrontare la grande sfida di trovare un posto da titolare ma afferma, dimostrando una certa dose di modestia che non gusta mai, che l'ultima parola spetterà all'allenatore. Anche Carlo Ancelotti, il suo allenatore nella breve parentisi di Londra con il Chelsea, si è dichiarato felicissimo del suo arrivo in giallorosso. Chissà se a breve Carletto lo allenerà nuovamente?
Borini parla anche un po' del Parma e non riesce a spiegarsi cosa non sia andato bene. Ricorda sorridendo i tempi in cui militò nella Primavera del Bologna e quella partita persa contro la Roma in cui sbagliò tanti gol. Eppure il giovane Borini da allora ha fatto tanta strada, e adesso sembra maturato. Domenica scorsa non ha fallito e ha messo in rete la prima palla disponibile; peccato che quel gol lo abbia segnato in fuorigioco. Adesso sembra essere diventato il titolare da affiancare a Totti e a Borriello nella difficilissima trasferta di Milano contro l'Inter. Ma se il giovane Fabio Borini giocherà bene le sue carte senza farsi prendere dall'emozione e dalla frenesia di dimostrare subito qualcosa, c'è da scommetterci che si conquisterà un posto da titolare e un altro nel cuore dei tifosi romanisti. Bojan e Osvaldo sono avvertiti.